lunedì 17 novembre 2008

Cronaca di una morte annunciata con nuovo PB

Eccomi qui.
Archiviata l'ultima mezza maratona della stagione in programma, tiriamo un pò le somme.

Domenica si è svolta la Garda Half Marathon.
Gara bellissima sotto il punto di vista panoramico, meno divertente per quanto rigurada l'impegno fisico.
Giornata bellissima calda e soleggiata, ma piena di vento verso le parti del lago. N'a mazzata!
Il tracciato si snodava fra il paese di Riva del Garda e la "conca" di Arco.
Molti pezzi di asfalto scorrevole, ma molti altri con ciotolato difficile e a slalom tra gli alberi.
I primi 3 km erano in leggera discesa, per poi però bloccarsi dopo il caseggiato di Malcesine, nel momento dell'ingresso nella ciclabile che costeggia il lago.
Fatto è che per i primi 10 km la media è rimasta costante sui 3.53 al km nonostante qualche km corso fra delle curve a gomito e i porticcioli del lago.
Si passa la 15km con non poche difficoltà. Tenendo sempre la media sui 3.54/55.
Al ritorno sulla strada verso riva ho avuto un paio di stop duvuti a un indolenzimento al fegato, questo è stato il mio trauma peggiore. Ho dovuto proprio fermarmi e fare pressione sul fegato per farlo sgonfiare un pò. Non so quale sia stata la causa, certo è che non mi era mai successo. Io suppongo di aver ingerito un integratore sbagliato prima della gara e di onn averlo digerito.
Riparto e incontro subito un muro di vento al secondo passaggio sul lago, mi nascondo ben ben dietro a un gruppetto che procedeva spedito e mi porto poi al comando di questo gruppo per recuperare un pò di terreno.
Al passaggio per la terza volta sul lago, ho un'altra (la terza) crisi al fegato, meno dolorosa ma comunque ch emi porta via il ritmo.
Riparto e gli ultimi 3 km sono massacranti, fra la salita e il ciotolato del lungo lago, e la ghiaia.
Mi trascino con dei tempi assurdi verso il 20esimo km dove devo rallenatare un attimo a causa di una simpatica signora ocn una carrozzina che stava tranquillamente sulla ciclabile (ha rischiato il linciaggio)!
Mi fiondo verso il traguardo, guardando continuamente il crono e la strada. Faccio 2 calcoli e mi spavento (giustamente) perchè grazie a quella signora ho un ritardino che non mi porterà altro che 3 sec in più dei 1.24
Chiudo in sprint, ma senza raggiungere lo scopo.
Nuovo personale 1.24.03 con una media di 3.56 per i 21.340mt di percorso. Anche questo mi fà arr. Colpa del percorso tortuoso la lunghezza si è proprio sballata. Cavolo ho abbassato di 3 sec al km dall'altra gara e ho migliorato solo di 30 sec.

Conclusioni :
Pro : Bellissime sesazioni per quanto rigurada l'allenamento per la maraton, sia di Honolulu, che di Barcellona il prossimo Marzo.
Contro : Non ho raggiunto i 1.23 sperati per quest'anno. Sinceramente questa volta ero proprio sicuro di andare anche sotto 1.22. Ma sappiamo tutti che in gara succede sempre qualche cosa :-) Se andasse tutto bene potremmo smettere di correre dopo le prime 5 gare disputate.

Ps. Se calcolo la media con la percorrenza giusta sulla mezza maratona il tempo finale sarebbe stato 1.22 basso :-) magra cosolazione.

Ora buttiamoci alle spalle queste gare "corte" per prendere confidenza con i km. Dopo i 3 lunghi che ho fatto 30 - 36 - 32, domenica mi aspetta un'altro lunghissimo 36 con il mio fratellone.
Tutto per mettere km nelle gambe, un pò per Honolulu ma specialmente per Marzo a Barcellona, dove dovrebbe essere il momento giusto di fare la gara buona.

13 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Comunque il dolore al fegato al quindicesimo è segno che avevi dato un po' troppo. Se passavi 30 secondi + lento al quindicesimi(2 sec al km + piano) finivi forte.
Cmq 1h e22 lo vali ampliamente xchè ho visto che anche gli altri blogger hanno impiegato di +.

Frate_tack ha detto...

FINALMENTE, una parola di incoraggiamento dal GIANCALO! Madonna stasera mi "imbriaco" non è possibile, solitamente mi legni sempre! :-)

Mathias ha detto...

un record tra atroci sofferenze..c'è qualcosa di più epico? :-)
big stefano!!

Alessandro ha detto...

Hai fatto un'altra bellissima impresa, e la sofferenza la rende ancora più epica.
Peccato che non ci siamo visti prima del via...dopo ero a qualche Km di distanza ;)
ciao.

franchino ha detto...

Ciao Stefano, complimenti per il personale!
Leggendo il tuo resoconto e quello di Alessandro mi pare di capire che non era una mezza veloce. Nonostante ciò hai fatto un bel personale, 30'' non sono pochi. Non ho solo capito se la misurazione ufficiale era sbagliata o hai allungato te con le traiettorie. Per il male al fegato sono d'accordo con Gian Carlo, secondo me non è un problema di integratori.
Oramai sotto gli 84' ci vai e il prox anno facile sotto gli 83'! (Ma non correre con l'assillo ogno volta del personale, ti brucia energie mentali in gara, tanto se ce l'hai nelle gambe esce!).

Ciao!

Daniele ha detto...

A Barcellona sarà un onore assistere al tuo “garone”… andrà alla grande! E intanto complimenti per il PB!

Frate_tack ha detto...

@Frachino; il percorso spero sia stato calcolato bene! E' che c'erano un sacco di curve a gomito, calcolate in camminata le potevi fare strette ma in corsa dovevi assolutamente allargarle e metro più metro sono arr al traguardo con quelle distanza. Per il fegato, bho non ho mai sofferto di questo male nemmeno quando tiravo di più su degli allenamenti lunghi e veloci. Speriamo di non incontrarlo più! :-)
Il prx anno speriamo di toccare anche i 82' e preparandosi specificatamente anche i 81'.
Alla prossima comunque.

albertozan ha detto...

Complimenti per il PB,...per quanto riguarda le difficoltà per me vali già un 1' in meno, ciao!

Alvin ha detto...

Sono d'accordo con Alberto Zan...un Pb con il percorso e i problemi che hai avuto, vale sicuramente 1 meno in meno!...e poi non ti avevo pronosticato 1:23:37?

R. Davide ha detto...

Già va bene!..probabilmente dovrai apprezzare meglio nella prossima occasione il tuo super personale!

Stefano ha detto...

Sempre bravo e determinato. L'anno scorso, d'estate, ero a torbole e ho corso un paio di volte tra Malcesine, Arco e la pista ciclabile in mezzo ai campi di mele, che bei posti, che belle le montagne sopra e che aria pulita......... noi romani ce la sognamo. Meno male che volevi andare a honululu per una vacanza. Tra gare e allenamenti sei pronto per correre una super maratona.

Furio ha detto...

Complimenti per il pb sul percorso non facile, però se ti basi sul gps, non essere così certo che la sua misurazione sia più giusta di quella dell'organizzazione.
C'è una sola misurazione giusta, parte dalla linea di partenza e finisce all'arrivo; il tempo lo si fa percorrendo la distanza..vale per tutti, sempre ;-)

giampiero ha detto...

IL prossimo anno ci scendi di sicuro sotto l'ora e ventiquattro, goditi honolulu e le hululiane eheheheheheeh!!!!!!